Amore fraterno o passionale?

E’ ormai luogo comune e del tutto assodata la non esistenza di una sola forma d’amore. Spesso nelle convinzioni e nei detti popolari si ripropone in vario modo un dualismo della vita amorosa sul quale la psicoanalisi si è interrogata fin dalla sua nascita, senza parlare della ricerca che da sempre ha messo a lavoro filosofi, letterati e poeti.

Definire cos’è l’amore si profila dunque come un compito arduo, se non impossibile, data la varietà di sembianze che può assumere.

Generalmente le due macro categorie in cui classicamente viene ricondotto sono l’amore fraterno e quello passionale. L’affetto e il desiderio. L’uno non esclude l’altro, anzi, nella più piena realizzazione amorosa queste due correnti, tenerezza e passionalità, dovrebbero sovrapporsi, dando origine ad uno stato di convergenza fra amore per l’individualità del partner e sensualità.

Spesso tuttavia nelle nostre vite ci capita di incappare in relazioni fortemente sbilanciate verso uno di questi poli a discapito dell’altro. Posto che è difficile vivere una condizione che non sia almeno un po’ colorata anche da quella opposta (è raro in una coppia un amore solo fraterno o solo puramente passionale), è vero però che frequentemente è possibile rintracciare la tonalità dominante del rapporto.

Ciò che risulta a volte sorprendente è come questa dominante non necessariamente sia presente fin dall’inizio; anzi, a volte capita che una relazione che parte all’insegna della passionalità si rovesci nel fraterno, più raro il viceversa, anche se non mancano casi di lento e progressivo sviluppo di un’affinità sessuale a partire da una base fraterna.

Sembra dunque esistere un’enigmatica spinta alla disgiunzione dell’amore. Ma si tratta davvero di un mistero? O è possibile darsi una spiegazione?

Un’idea condivisa ma errata è quella che destina la passione ad un’inesorabile caduta e deterioramento dovuti al tempo e all’abitudine. Certo la passione, in quanto fuoco, non può ardere gargliardamente in eterno, ovviamente subisce delle battute d’arresto, delle impennate, è esposta a una sua ciclicità che non ne determina tuttavia a priori lo spegnimento assoluto. Ciò che davvero è in gioco non è una legge di natura che incide la data di scadenza su un rapporto, bensì una difficoltà tutta umana e dunque ben poco “naturale” a tollerare la diversità e le debolezze del partner mano a mano che la relazione si approfondisce e l’idealizzazione accecante degli esordi progressivamente si stempera. Inoltre accade spesso che l’approfondimento su un piano di intimità personale e l’insorgenza di elementi di quotidianità per molti si traduca in una familiarizzazione che di per se stessa inibisce la sessualità, come una sorta di tabù che si innesca tra ex estranei, diventati ormai veri e propri familiari.

Come iniziare dunque una relazione all’insegna della passione e dell’autentica curiosità verso l’altro senza cadere nell’abbaglio dell’idealizzazione e nella caduta della delusione? Come sfuggire dal determinismo della familiarità che opprime la freschezza dello scambio sessuale? Attraverso un lavoro terapeutico si può intraprendere la difficile via del gettar luce sull’oscurità e tortuosità di questi territori della psiche.

Altri articoli sull'amore

Arrivare subito al sesso ostacola l’amore?

Esistono  situazioni in cui il sesso, anziché avvicinare i partner, irrimediabilmente li divide. Tipicamente sono quelle in cui i due si incontrano, si incuriosiscono, chiacchierano un po’ e dopo poche ore finiscono a letto.

Leggi l'articolo

Quando l'amore non è corrisposto

Quando amare vuol dire solo movimento d'andata, ossia mano che si protende verso la rosa ma nessun movimento di risposta, nessun'altra mano che a sua volta si dirige verso l'amante, che fare? Si tratta di una situazione frequentissima, a noi psicologi capita spessissimo di ascoltare il dolore di chi non è ricambiato in amore.

Leggi l'articolo

L'uomo narcisista: il circuito infernale del desiderio

Jacques Alain Miller, erede del pensiero di Jacques Lacan, parla di "circuito infernale del desiderio ossessivo" per descrivere il fenomeno di azzeramento del desiderio sistematicamente operato da uomini così detti "ossessivi" (in gergo meno specialistico diremmo "narcisi" ) all'interno dei loro rapporti amorosi.

Leggi l'articolo

Amare l'uomo sbagliato

Perché alcune donne si innamorano sempre dell'uomo sbagliato? Cosa le porta a ripetere in maniera seriale un tipo di scelta che si rivela nel tempo distruttiva? Di solito la risposta è di una semplicità sconcertante: nell'uomo sfuggente ma affascinante, freddo ma a tratti capace di slanci ritrovano la traccia di qualcosa di familiare, qualcosa di già sperimentato nella famiglia di origine.

Leggi l'articolo

Amore incondizionato

Amore incondizionato significa letteralmente amore senza condizioni. È la forma più alta dell'amore, nella misura in cui rispetta la libertà dell'amato senza soffocarlo e senza scadere al rovescio in disinteresse. "Ti amo a condizione che tu faccia questo, che tu sia così come vorrei" è invece un'assunzione non verbalizzata ma implicita all'interno di moltissime relazioni, siano esse fra genitori e figli o di coppia. Si tratta di una modalità profondamente nevrotizzante, perché inchioda il partner a sforzarsi di essere ciò che non è, ad un "dover essere" che schiaccia la sua autenticità e le sue possibilità di realizzazione piena.

Leggi l'articolo

Quando in amore "no" nasconde "sì"

Il "no" di una donna che nasconde la sottostante volontà di dire "si" non è più un fenomeno comunissimo ai nostri giorni, sebbene in alcuni casi non del tutto estinto. Il suo declino come ingrediente tipico del rituale di corteggiamento lo si deve all'emancipazione della donna, non più legata a vecchi cliché di difesa della propria virtù minacciata dalle avances del maschio di turno.

Leggi l'articolo

Utilitarismo, immaginario e amore

Come analisti ascoltiamo quotidianamente storie di rotture o crisi sentimentali provocate dall'incontro con nuovi partner. Il tradimento è un fenomeno dilagante tra giovani e meno giovani, ed è ritenuto da molti semplicemente inevitabile. Oggigiorno vi è l'idea diffusa che l'amore sia una merce segnata da una data di scadenza, da sostituire una volta esaurita.

Leggi l'articolo

Sulla difficoltà ad amare il prossimo

In Amore liquido, di Zygmunt Bauman, troviamo  un'interessante riflessione sulla disumanizzazione dei rapporti interpersonali nella modernità, frutto di  un'errata attribuzione di equivalenza fra "amore di sè" e "istinto di sopravvivenza".

Leggi l'articolo

Amare è dare all'altro ciò che non si ha

L'aforisma lacaniano "amare è dare ciò che non si ha" coglie un aspetto fondamentale dell'amore, la generosità. Amare è dare, donare all'altro. Ma che cosa offriamo? Qualcosa che possediamo?  Regali, cibo, cure? Lacan è preciso, dice: dare " ciò che non si ha". E qual è questo bene intangibile che non possediamo ma che nello stesso tempo possiamo mettere a disposizione dell'altro? Semplicemente la nostra presenza, l'esserci in quanto mancanti dell'altro. Allora doniamo la nostra mancanza, il fatto stesso di non essere completi senza l'altro, di non poter vivere senza di lui.

Leggi l'articolo

Amore fraterno o passionale?

E’ ormai luogo comune e del tutto assodata la non esistenza di una sola forma d’amore. Spesso nelle convinzioni e nei detti popolari si ripropone in vario modo un dualismo della vita amorosa sul quale la psicoanalisi si è interrogata fin dalla sua nascita, senza parlare della ricerca che da sempre ha messo a lavoro filosofi, letterati e poeti.

Leggi l'articolo

La madre “tossica”

Il termine “madre” nell’immaginario collettivo rimanda immediatamente al tema dell’amore e della cura, dunque a qualcosa di incontestabilmente positivo.

Leggi l'articolo

Sofferenza femminile e riduzione a “donna oggetto”

La donna, come insegna la psicoanalisi, occupa necessariamente una  posizione di oggetto in relazione alla mera pulsione sessuale dell’uomo.

Leggi l'articolo

Dott.ssa Sibilla Ulivi, psicologo e psicoterapeuta

Via della Moscova 40/6 • 20121 Milano
N. iscr. Albo Ordine degli Psicologi 03/8181 • Partita Iva 07679690961