Amore incondizionato

Amore incondizionato significa letteralmente amore senza condizioni. È la forma più alta dell'amore, nella misura in cui rispetta la libertà dell'amato senza soffocarlo e senza scadere al rovescio in disinteresse. "Ti amo a condizione che tu faccia questo, che tu sia così come vorrei" è invece un'assunzione non verbalizzata ma implicita all'interno di moltissime relazioni, siano esse fra genitori e figli o di coppia. Si tratta di una modalità profondamente nevrotizzante, perché inchioda il partner a sforzarsi di essere ciò che non è, ad un "dover essere" che schiaccia la sua autenticità e le sue possibilità di realizzazione piena.

Solitamente chi non è capace di prendersi cura dell'altro senza al contempo manipolarlo sottilmente è stato a sua volta oggetto di un trattamento analogo nella propria infanzia. I genitori si aspettavano qualcosa da lui, avevano dei progetti, forse perché frustrati nelle proprie intime aspirazioni e desiderosi dunque di un riscatto. Ma quando qualcuno si trova a vivere il sogno di un altro le conseguenze sono nefaste. Dopo molti anni di ubbidienza può irrompere una violenta crisi esistenziale, che, se non capita nelle sue radici, può portare ad azioni impulsive e controproducenti che finiscono con il mettere in scacco ulteriormente una vita già segnata da rinunce e irresoluzione.

Chi pone condizioni nell'amare è quindi qualcuno che ha rinunciato a desiderare davvero, a essere libero, a rischiare. L'errore lo ha paralizzato, lo ha fatto indietreggiare. Il miraggio della perfezione ha schiacciato ogni slancio creativo, azzerando la possibilità di riprovarci di nuovo. Ecco che cercherà di colmare la sua mancanza non tanto attraverso passioni vere e interessi davvero propri quanto tramite un prendersi cura dell'altro in maniera totalizzante. Il suo aver dovuto aderire ad un modello lo trasferisce sull'altro, che deve così piegarsi ai suoi diktat.

Colui che invece sa amare in maniera del tutto spassionata ha ricevuto questo dono dall'Altro, è stato accolto nel rispetto della sacralità della sua particolarità. A volte però chi è stato "amato male" può invertire un destino già segnato se riesce non solo a ribellarsi alla tirannia a cui è stato esposto, ma a non arroccarsi nemmeno in una posizione di rifiuto perenne. Per realizzare qualcosa, un progetto, un'aspirazione è necessario dire sì all'Altro. Dire solo sì, essere compiacenti, come anche dire solo no, fare solo e sempre il bastian contrario, sono due modi per mancare la possibilità della soddisfazione.

La psicoanalisi aiuta chi lo desidera ad intraprendere un cammino verso la separazione dalle aspettative dell'altro, nell'ottica del recupero di un rapporto più armonico con il proprio desiderio. All'interno della relazione terapeutica si sperimenta l'assoluta assenza di domanda da parte dell'interlocutore, intento a dirigere la cura ma non certo la vita del proprio paziente. Uno psicoanalista è sempre dalla parte del desiderio, dunque dalla parte di quella particolarità imperfetta che l'analizzante non riesce a vedere proprio come il un punto di partenza del cambiamento che lo attende.

Assumere invece la propria insufficienza, smettere di negarla attraverso la rinuncia o al contrario un'esaltazione compensatoria di sè è l'unica via per ripartire e per ristabilire un rapporto più equilibrato con le attese dell'altro. Se l'ubbidienza e la ribellione mostrano tutta la loro insufficienza nell'aggirare il sentimento di deludere, l'accettazione del proprio tratto originale, vulnerabile e la sua trasformazione in qualcosa di creativo, che mette in movimento, può sganciare da tale corpo a corpo mortifero.

Allora, a partire da una rinnovata alleanza con la propria insufficienza, sarà possibile amare incondizionatamente, prendersi cura del partner o di un figlio tollerando le sue fragilità, le sue manie, le sue deviazioni, tutto ciò che lo rende unico, vivo e libero. La relazione non sarà più una prigione ma un dono prezioso, mai però garantito. Perché amare senza gabbie espone sempre al rischio di perdere, di venire delusi, di soffrire...

Altri articoli sull'amore

L’amore è una supplenza?

Secondo lo psicoanalista francese Jacques Lacan, l’amore è ciò che supplisce all’inesistenza del rapporto sessuale. Che vuol dire quest’ affermazione? Che significa asserire che non esiste rapporto sessuale? E cosa c’entra l’amore a riguardo?

Leggi l'articolo

Amore incondizionato

Amore incondizionato significa letteralmente amore senza condizioni. È la forma più alta dell'amore, nella misura in cui rispetta la libertà dell'amato senza soffocarlo e senza scadere al rovescio in disinteresse. "Ti amo a condizione che tu faccia questo, che tu sia così come vorrei" è invece un'assunzione non verbalizzata ma implicita all'interno di moltissime relazioni, siano esse fra genitori e figli o di coppia. Si tratta di una modalità profondamente nevrotizzante, perché inchioda il partner a sforzarsi di essere ciò che non è, ad un "dover essere" che schiaccia la sua autenticità e le sue possibilità di realizzazione piena.

Leggi l'articolo

Amore e desiderio d'altro

Nell'amore, sia esso quello di una madre, di un partner o di un amico, ciò che è sempre in gioco è l'essere visti e riconosciuti dall'Altro. La soddisfazione dell'amore è cioè di natura eminentemente simbolica, nella misura in cui non passa attraverso la materialità dei corpi e degli oggetti bensì attraverso dei segni, dei segni d'amore.

Leggi l'articolo

Passione e conflitto fra uomo e donna

È risaputo: gli opposti si attraggano. La diversità fra uomo e donna, in amore, è una calamita fortissima, esercita un potere invincibile persino sulle menti più razionali. E tuttavia, nonostante la sua attrattiva, è spesso motivo di frizione, contrasto, fraintendimento se non addirittura causa di rottura. Ma di che diversità si tratta? È puramente una differenza di natura biologica e sessuale o c'è in gioco altro?

Leggi l'articolo

La donna narcisista in amore

Generalmente si tende ad associare la personalità narcisistica al sesso maschile, più che altro sulla base dei racconti delle molte donne che lamentano la freddezza e l'incostanza in amore dei loro partner. L'apparente maggiore frequenza di tratti narcisistici negli uomini si spiega proprio a partire dalla maggiore disponibilità del sesso femminile nel raccontare e denunciare le sofferenze patite all'interno delle relazioni di coppia.

Leggi l'articolo

Eros e Agape: contrapposizione o complementarietà?

Eros e Agape sono due modi per dire l'amore. Comunemente vengono contrapposti per indicare da una parte l'amore carnale, dall'altra quello spirituale. Ma è proprio di questo, di una loro avversione reciproca, che si tratta? Eros deriva dall'antica Grecia ed indica l'amore fra uomo e donna, inteso come sentimento di natura sessuale. Si tratta dunque di un amore che scaturisce da una base fisica

Leggi l'articolo

L’uomo narcisista e l’amore

A tutte le donne è capitato nel corso della loro vita di imbattersi in un uomo narcisista. Non a tutte è però successo di innamorarsene. Di solito la donna che cade preda di questa tipologia di uomo non se ne innamora una volta soltanto nella vita. Tende fatalmente a ripetere la scelta, sulla scia di un fantasma paterno molto ingombrante.

Leggi l'articolo

Elogio dell’amore: parla Alain Badiou

Alan Badiou, nella nota  intervista con Nicolas Truong, dà inizio alle sue riflessioni sul tema dell’amore partendo dal fenomeno contemporaneo dei siti di incontri. 

Leggi l'articolo

Amare l'uomo sbagliato

Perché alcune donne si innamorano sempre dell'uomo sbagliato? Cosa le porta a ripetere in maniera seriale un tipo di scelta che si rivela nel tempo distruttiva? Di solito la risposta è di una semplicità sconcertante: nell'uomo sfuggente ma affascinante, freddo ma a tratti capace di slanci ritrovano la traccia di qualcosa di familiare, qualcosa di già sperimentato nella famiglia di origine.

Leggi l'articolo

Tradimento e fedeltà in amore

Le cause alla base di un tradimento non sono mai sempre le stesse in tutti i casi, così come le conseguenze che ingenera all'interno della relazione di coppia. Non solo, nessuno se ne può ritenere del tutto immune, si tratta di un evento che può colpire anche i rapporti più solidi, le unioni meglio riuscite.

Leggi l'articolo

Sofferenza d’amore

Ogni sofferenza dell’anima nasconde in filigrana una sofferenza d’amore. Sempre, dietro ad una domanda di aiuto, ad una crisi esistenziale si nasconde uno strappo, una delusione, un senso d’esser stati “mal amati”.

Leggi l'articolo

Tre tratti tipici dell'isteria

L' isteria, disturbo diffuso ai tempi di Freud e fino a qualche tempo fa presente come categoria a se stante all'interno dei manuali diagnostico statistici dei disturbi mentali, oggi non è affatto sparita, anche se assume delle sembianze un po' diverse rispetto all'epoca del padre della psicoanalisi.

Leggi l'articolo

Dott.ssa Sibilla Ulivi, psicologo e psicoterapeuta

Via della Moscova 40/6 • 20121 Milano
N. iscr. Albo Ordine degli Psicologi 03/8181 • Partita Iva 07679690961